Trustico® in TV

I nostri spot televisivi

Trustico® ha collaborato con Symantec®, il leader mondiale nella fornitura di SSL per trasmettere consapevolezza ai consumatori e alle imprese sul tema della protezione online, della prevenzione dagli attacchi di malware e su come garantire che le informazioni personali siano al sicuro.

Trustico® non supporta RapidSSL® più i Certificati SSL non regolari. Al fine di garantire dei livelli di sicurezza adeguati su un sito Web è necessario che tutti i clienti interessati installino un nuovo Certificato SSL. Trustico® offre la sostituzione gratuita di tutti i Certificati RapidSSL® SSL obsoleti e inattivi. Se hai bisogno di assistenza urgente, puoi chiamare il numero 06 9480 5170 per parlare con un addetto del servizio clienti.

Sostituire i Certificati SSL è gratuito

A seguito della sospensione dei vecchi Certificati SSL, Symantec® ha acquistato una quota nell’Autorità di Certificazione DigiCert®. Quest’ultima ha successivamente concluso la partnership con noi, il che significa che tutti i clienti interessati devono sostituire i propri Certificati ormai obsoleti quanto prima. Chiunque sia stato interessato da questo tipo di modifica e sia in possesso di un Certificato SSL ormai non più valido ha diritto ad una sostituzione gratuita. Trustico® non riscuote una commissione e non richiede alcun tipo di pagamento quando sostituisce i Certificati SSL RapidSSL® diffidati.

Non siamo più in grado di appoggiarci ai RapidSSL®

Trustico® è stato uno dei più importanti partner di Symantec®, il che si traduce in grossi costi e interruzioni del servizio una volta che il rapporto di collaborazione è venuto a mancare. I clienti hanno posto molte domande su quanto accaduto ai loro Certificati SSL RapidSSL® e sui conseguenti disservizi per i visitatori dei propri siti web. Sfortunatamente Symantec® non ha risposto alle nostre richieste in merito, sebbene la società continui a offrire prodotti di nuova emissione sotto l’autorità di certificazione DigiCert®. A questo punto Trustico® si è trovata in una posizione per cui non era più in grado di fidarsi dell’offerta fornita da DigiCert® e, successivamente, ha cessato di vendere i Certificati SSL RapidSSL® dal 9 Febbraio 2018.

Non abbiamo cambiato i prodotti dei nostri clienti usando metodi scorretti

Prima della cessazione della nostra partnership con DigiCert®, avvenuta il 26 Febbraio 2018, Symantec ha offerto il pagamento di un sussidio allo scopo di sostituire i Certificati SSL non idonei e obsoleti. Precedentemente a questo, nel Giugno 2017 Symantec® ha sviluppato un sistema in base al quale Trustico® sarebbe stato in grado di sostituire in blocco i Certificati SSL non più validi - allo scopo di inviare ordini di remissione senza dover contattare direttamente il cliente ogni volta.

Symantec® ha approvato il processo che comporta la rimozione di una chiave privata esistente e la generazione successiva di una nuova chiave privata ai fini della trasmissione in massa degli ordini di sostituzione. Riflettendo, Trustico® decise di non procedere all’utilizzo di questo sistema per lo scopo previsto. Infatti è stato verificato poco dopo che la generazione e l’archiviazione di chiavi private erano considerate pratiche scorrette e proibite nel settore.

Symantec® non ha mai informato il pubblico ne fatto presente che stava finanziando uno sviluppo che si sarebbe poi rivelato scorretto, ai danni di Trustico®. Quest’ultimo è intervenuto per garantire che nessuna chiave generata o memorizzata sia stata ottenuta attraverso questi metodi sconsigliati.